Tiffany Vs eBay

Alzi la mano chi di voi non ha mai desiderato possedere un gioiello Tiffany.

Il braccialetto con la piastrina Return To Tiffany e il necklace della stessa linea sono ambiti da moltissime e considerati ormai un classico senza tempo.

Un classico disponibile esclusivamente nelle boutique Tiffany.

Da qualche anno però i gioielli Tiffany si possono vedere e acquistare anche su eBay, da venditore nella stragrande maggioranza cinesi…
Si tratta di falsi, ovviamente, per quanto ben riprodotti, anche nelle confezioni …il verde acqua di Tiffany però è inimitabile e perfettamente riconoscibile da un occhio esperto!

Nel 2004 Tiffany ha fatto un esperimento:  ha comprato 186 gioielli brand Tiffany su eBay e  quasi tre gioielli su quattro sono risultati  falsi.

Le diatribe legali si sono susseguite per anni  e dopo un lungo esame preliminare, una corte americana ha infatti accolto la causa intentata da Tiffany nei confronti di eBay per la vendita di prodotti contraffatti.

Il brand americano di gieilli si fa sostenitore della tesi secondo cui la responsabilità del danno subito  non è da attribuire esclusivamente a chi ha messo in vendita il prodotto contraffatto, ma del canale di vendita che lo ha commercializzato.

La lotta alla contraffazione è costata ben 14 milioni di dollari negli ultimi 5 anni a Tiffany.

Da un lato, eBay dichiara di essere solo un canale di mediazione fra utenti (venditori e compratori)  e non sarebbe responsabile della vendita di falsi, dall’altro il sito di aste online, attraverso il meccanismo delle commissioni sulle vendite, beneficia di ricavi su ogni oggetto, anche sui falsi.

Per la sentenza definitiva si dovrà attendere ancora a lungo, ma se dovesse risolversi a favore di Tiffany certamente creerebbe un precedente fondamentale e costringerebbe eBay e altri siti simili a significativi cambiamenti.

Moda Evviva vi terrà aggiornati sui prossimi sviluppi…

Voi cosa ne pensate?

Parliamone nel forum!